Il nostro metodo di trattamento

La terapia neuropsicomotoria è rivolta a tutti i bambini con qualsiasi disordine evolutivo.

In particolare il Centro Evoluzione Bambino è specializzato in:

  • Disordini dello spettro autistico, difficoltà di relazione e comunicazione
  • Ritardo psicomotorio e disabilità intellettiva
  • Disturbi del comportamento
  • Disordini di regolazione emotivo-comportamentale
  • Disprassia, disturbo della coordinazione motoria
  • Disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD)
  • Disturbi di attenzione
  • Difficoltà di scrittura (disgrafia) o di apprendimento in generale
  • Disturbi della processazione sensoriale

 

Il Centro offre una terapia basata sul modello DIRFloortime® e la Terapia di Integrazione Sensoriale, due approcci complementari ed integrati la cui combinazione è in grado di ottenere cambiamenti ad un livello di intervento profondo.

A differenza di altri approcci “standard” si considera l’esperienza dello sviluppo del bambino nella sua interezza, in cui la famiglia (genitori, caregivers, insegnanti) diviene parte fondamentale della terapia: attraverso il coaching è possibile sviluppare una maggiore comprensione dei profili individuali dei bambini e delle loro specifiche differenze/difficoltà ed intuirne le potenzialità. I caregivers sono quindi presenti in stanza e verranno seguiti anche distanza.

 La terapia di Integrazione Sensoriale intercetta il tronco encefalico, mentre il metodo DIR basato sulle relazioni lavora sul cervello emozionale e livelli più maturi del lobo frontale che sono responsabili delle funzioni esecutive.

La Dott.ssa Giorgi unisce questi due metodi lavorando con il bambino e la famiglia secondo l’approccio de “lo STAR INSTITUTE ” presso il quale ha effettuato un mentorship avanzato e conosciuto la Dott.ssa Lucy Miller, esperta nei Disturbi di Processazione Sensoriale oltre che  grande ricercatrice in questo ambito.

Le parole chiave di questo approccio sono:

  • PROCESS: acronimo che sta per Play (gioco), Relationship (relazione), Organize/regulate (organizzare e regolare il sistema nervoso del bambino), Collaborate (gioco collaborativo), Emotion Regulation (regolazione emotiva), Sensory Integration (Integrazione sensoriale), Success (successo).
  • Il tutto sintetizzato in una terapia che promuove e sostiene:

 

  • un gioco SMART (ingredienti: Sensoriale, Motorio, “Attuned”, cioè sintonizzato con il bambino, basato sulla Relazione, per cui viene dedicato un “Time” Tempo speciale), in cui l’adulto è un vero partner di gioco,
  • Un Gioco guidato dal bambino che parte dalla motivazione del bambino : l’ambiente e il setting supportano l’iniziativa del bambino in base al suo profilo sensoriale e capacità sensori-motorie, interessi e livelli di gioco
  • opportunità per il successo nell’interazione genitore-bambino tenendo conto di come la processazione sensoriale può influenzare la relazione: il genitore è parte attiva! Cerchiamo di regalare “magic moment”, momenti magici in cui il bambino e il genitore sono davvero sintonizzati e si divertono condividendo attività, giochi ed emozioni.
  • la Regolazione: obiettivo importante è organizzare il Sistema Nervoso Centrale del bambino affinché raggiunga il giusto stato di arousal (stato in cui è disponibile ad interagire e rispondere all’ambiente) e supportare la CO-REGOLAZIONE caregiver-bambino per portare il bambino alla capacità di auto-regolarsi in più ambienti, contesti. Nostro motto “Connect before you correct” (D. Siegel, 2011), ovvero: connettersi con il bambino prima di correggere il suo comportamento rendendolo consapevole dei suoi stati interni. Un bambino regolato è un bambino che è calmo e disponibile ad interagire.
  • L’adulto come un vero partner di gioco, il quale NON insegna ma condivide, usa strategie che supportano il bambino nel gioco; il terapista collabora (la nostra C di PROCESS) per guidare il genitore nel problem solving e nel creare un setting e uno stile di vita “sensoriale” anche fuori dalla terapia. 
  • Il gioco collaborativo è un gioco che rispetta il profilo del bambino: aspettare, osservare e capire, talvolta il silenzio può essere la soluzione. L’uso del linguaggio viene monitorato costantemente per incontrare il livello e il profilo individuale del bambino (es. processazione uditiva)
  • L’adulto  che include, momento per momento, i 6 livelli di sviluppo emotivo funzionale del dir, alla base di uno sviluppo armonico che permette di ottenere livelli di pensiero più astratti. L’emotività è parte fondamentale e, nel caso di emozioni negative, diamo il benvenuto a queste come opportunità per co-regolare il bambino e portarlo ad un funzionamento sempre meno “fisico” ma più astratto (prima di agire, mi regolo e segnalo per comunicarlo senza essere sopraffatto).
  • un ambiente ricco di oportunità sensoriali per far si che il bambino sperimenti il successo la maggior parte delle volte. supportiamo la segnalazione, la comunicazione, le prassie, l’uso del corpo. Tutte capacità alla base del linguaggio e quindi del pensiero astratto.

Per un cambiamento profondo ed una maggiore efficacia si consiglia un trattamento intensivo:

  • 1-2 incontri al mese con un programma intensivo per un totale di 8-10 ore di terapia ed eventualmente supervisioni e collaborazioni a distanza;
  • 1-2 incontri ogni 2 o 3 mesi, per un totale di 8-16 ore di terapia, con supervisioni e collaborazione a distanza.

Tale modalità di trattamento è utile ed efficace anche per chi vive lontano, fuori città ed ha bisogno di un trattamento intensivo che sia comunque efficace. Il trattamento intensivo, concentrato in giorni consecutivi, permette di ottenere ottimi risultati.

Il centro offre quindi questa grande e unica possibilità alle famiglie.

Per chi fosse interessato alle ultime due opzioni, è necessario compilare un modulo che verrà inviato via mail dopo il primo contatto, in cui potrà scegliere il weekend libero/giorni infrasettimanali e, dopo un anticipo con bonifico bancario (acconto del 50%), potrà essere confermata la prenotazione.

La famiglia al centro: clicca su il modello DIRFloortime®

GRUPPI FLOORTIME

Piccoli gruppi solitamente formati da 2, al massimo 3 bambini, con lo scopo di supportare la reciprocità (comunicazione intenzionale a due vie), il coinvolgimento, senso si sé e problem solving sociale tramite gioco libero, attività semi-strutturate, talvolta attività strutturate, secondo i criteri del modello DIRFloortime® e SIT. Parole chiave: divertimento e apprendimento!!

Richiedi informazioni

Potrebbe interessarti

News

Formazione